Liceo E. Fermi Aversa

A+ R A-

7. Sostituzione docenti assenti

E-mail Stampa PDF

Prot. n. 6609/A40      11/09/2012

 

Al Personale Docente

Al Prof. Graziano Paolo

Al Prof. Siano Lucio

Al Prof. Palladino Salvatore

Alla Prof.ssa Landolfi Debora

Al Direttore dei Serv. Gen e Amm.vi

Al sito Web

Comunicazione n. 7

Oggetto: supplenze brevi – sostituzione dei docenti assenti per un periodo non superiore a quindici giorni- indicazioni operative

Sostituzione entro orario d’obbligo

Il comma 3 dell’art. 41 del CCNL 4.8.1995 recita testualmente: ” Negli istituti e scuole di istruzione secondaria ( omissis) i docenti, il cui orario di cattedra sia inferiore alle 18 ore settimanali, sono tenuti al completamento dell’orario di insegnamento ( omissis) mediante l’utilizzazione in eventuali supplenze e, in mancanza, rimanendo a disposizione anche per attività parascolastiche e interscolastiche” ( Norma ancora in vigore dopo CCNL 26.5.1999).

Quanto sopra era stato confermato dall’art. 1 comma 78 della L. 23.12.1996 nr.662, secondo cui “ i capi di istituto sono autorizzati a ricorrere alle supplenze brevi e saltuarie solo per i tempi strettamente necessari ad assicurare il servizio scolastico e dopo aver provveduto… alla sostituzione del personale assente con docenti già in servizio nella medesima istituzione scolastica”.

Criteri per l’individuazione dei docenti per le sostituzioni entro l’orario obbligatorio di servizio

Hanno l’obbligo di effettuare attività didattica in sostituzione dei docenti assenti gli insegnanti

- che sono tenuti al completamento dell’orario obbligatorio di servizio (18 h settimanali)

- che non trovino in Istituto le proprie classi secondo il normale orario di lezione in occasione della partecipazione degli studenti ad iniziative all’esterno dell’istituto (conferenze –viaggi di istruzione ecc.)

In caso di contemporanea disponibilità di più insegnanti, il docente sarà individuato secondo i seguenti criteri:

a) insegnante della classe in cui si effettua la sostituzione

b) insegnante della stessa materia del docente da sostituire

Sostituzione oltre l’orario d’obbligo- ore eccedenti

Dal CCNL 29/11/2007 – ART. 30 – ATTIVITÀ AGGIUNTIVE E ORE ECCEDENTI

1. Le attività aggiuntive e le ore eccedenti d’insegnamento restano disciplinate dalla legislazione e dalle norme contrattuali, nazionali e integrative, attualmente vigenti all’atto delle stipula del presente CCNL.

Dal CCNL 4/8/95 art 70 – ORE ECCEDENTI

(omissis)

3. Per il pagamento delle ore di insegnamento eccedenti l’orario d’obbligo prestate in sostituzione dei colleghi assenti o su cattedre con orario settimanale superiore a quello obbligatorio di insegnamento o in classi collaterali disponibili per l’intero anno scolastico ovvero nei corsi integrativi per i diplomati di istituto magistrale o di liceo artistico, continuano ad applicarsi, a decorrere dall’inizio del biennio 1994/95 le disposizioni di cui all’art. 6 del DPR 10 aprile 1987, n. 209 ed all’art. 3 – comma 10 – del DPR 23 agosto 1988, n. 399.

Domanda per prestazione del servizio di insegnamento, in eccedenza all’orario d’obbligo, fino a 24 ore settimanali ( art 3 comma 10 d.p.r. 399/88)

Il comma 10 dell’art. 3 del D.P.R. 23.8.88 nr. 399 recita testualmente “ Il personale docente della scuola secondaria….può prestare, a domanda,….,servizio di insegnamento, in eccedenza all’orario d’obbligo, fino a 24 ore settimanali.” Le ore eccedenti prestate per la sostituzione dei docenti assenti sono retribuite a norma di Legge. Detto art. 3 del DPR 399/88 è stato confermato dal comma 3 dell’art. 70 del CCNL 4.8.95 ed è tuttora in vigore.

Come sottolineato dal M.P.I. con C.M. 23.9.88 n° 266, “ la disposizione trova applicazione a domanda.

(omissis) Gli impegni orari, per i quali i docenti hanno dato la propria disponibilità a supplire i colleghi assenti, vanno collocati nel quadro settimanale delle lezioni…”.

Naturalmente verranno retribuite solo le ore di insegnamento effettivamente prestate in seguito a ordine di servizio scritto, disposto dal Dirigente o dai suoi collaboratori.

Criteri per l’individuazione dei docenti per l’effettuazione di “ore eccedenti”

Di norma, i docenti saranno individuati attingendo dal prospetto riepilogativo delle ore a disposizione per completamento dell’orario obbligatorio di servizio.

In caso di contemporanea disponibilità di più insegnanti, il docente sarà individuato secondo i seguenti criteri:

a) insegnante della classe in cui si effettua la sostituzione

b) insegnante della stessa materia del docente da sostituire

c) insegnante cha ha effettuato il minor numero di sostituzioni

 

Indicazioni operative

Per effetto delle disposizioni attualmente in vigore, lo scrivente effettuerà la sostituzione dei docenti assenti fino a quindici giorni designando i colleghi nel seguente ordine:

a) docenti tenuti al completamento dell’orario d’obbligo (senza oneri aggiuntivi a carico dello Stato)

b) docenti tenuti al recupero di permessi brevi (senza oneri aggiuntivi a carico dello Stato)

c) docenti che dichiarino la propria disponibilità a prestare servizio aggiuntivo fino a 6 ore settimanali di lezione. Infatti il personale docente della scuola secondaria può prestare, a domanda, servizio di insegnamento, in eccedenza all’orario d’obbligo, fino a 24 ore settimanali.

Il servizio previsto alla lett. c sarà comandato per iscritto con firma della scrivente o dei docenti collaboratori

Il Prof. Graziano oppure, in sua assenza, il Prof. Siano Lucio secondo collaboratore sono delegati dallo scrivente alla sostituzioni dei docenti assenti fino a 15 giorni ed alla predisposizione degli atti relativi per la sede di Aversa, il Prof. Palladino Salvatore responsabile della sede distaccata per la sede di Trentola, la Prof.ssa Landolfi Debora responsabile della sede distaccata per la sede di Sant’Arpino.

Aversa, 11 settembre 2012

Il Dirigente scolastico

Prof.ssa Adriana Mincione

Sezioni utili

Comunicazioni

Prev Next

AMMINISTRAZIONE
0-contattaci
Albo pretorio
GESTIONE
6-sportellodiascolto
Piano attività
INIZIATIVE
6-sportellodiascolto
Sportello di ascolto